Giovedì grasso in Polonia, evviva i Pączki

Facebooktwitterpinterest

Con la stranissima data del 20/02/2020 si festeggia il Giovedì grasso in Polonia, mangiando i bomboloni, in polacco Pączki.

Una giornata che prevede lunghissime file fuori le panetterie di tutte le città polacche.

Nei laboratori si lavora a ritmo intenso, già da diversi giorni prima dell’evento, per accontentare le migliaia di ordinazioni, e vendite al dettaglio, dei bomboloni polacchi.

Si tratta di una tradizione religiosa che si celebra prima del mercoledì delle ceneri e all’inizio della Quaresima.

Una tradizione anche molto gustosa. Qualcuno mangia Pączki anche venti in un solo giorno!

E farei una precisazione sulla quantità, dal punto di vista linguistico. Sì perché il polacco non è affatto semplice, ma spesso divertente.

Gustando un solo bombolone polacco avrete mangiato un Pączek, ma al plurale diventeranno Pączki. E attenzione a scriverlo in modo corretto. Non togliete quella virgoletta sotto la a!

Semplicemente perché, altrimenti, diventerebbe tutta un’altra parola. Diventerebbe Paczki che significa pacchi. Certo forse superando il quinto, o sesto, bombolone sentirete un pacco sullo stomaco!

giovedi grasso
Al Pączino

Per il giovedì grasso in Polonia si passa la giornata, oltre alle attività quotidiane, a mangiare dolci, torte, ma appunto in particolar modo i paczki.

Ce ne sono di diverse specialità, e sono fritti in tutte le versioni: dai classici con ripieno di marmellata di rose, glassati o con zucchero a velo, con arancia candita sopra la glassa, a quelli con gusto più italiano riempiti con la Nutella.

Per il giovedi grasso tutti mangiano questa delizia e spesso viene offerta negli uffici dai propri manager o al corso di polacco, se ne frequentate uno.

Tutti ne mangiano almeno uno, anche per sfidare la sorte, dato che si dice che porti sfortuna non mangiarne.

A me piacciono anche i faworki, che sono come le nostre frappe o chiacchere di carnevale.

Perciò già dalla colazione inizia la tradizione del giovedi grasso, evviva il collasso glicemico!

Oltre ai pączki sono popolari le torte WZ di Varsavia, che prendono nome da una delle arterie principali della rete urbana della città.
Si tratta di una delle vie che percorrono la città vecchia ed è stata costruita subito dopo la seconda guerra mondiale.

La torta WZ polacca è formata da strati di cioccolato alternati a strati di crema di latte, ed è molto gustosa, tanto da sciogliersi in bocca.

Lasciatemi un commento per dirmi quanti riuscite a mangiarne!

Tanti tour offerti su Civitatis per Varsavia, Cracovia, Danzica, Katowice, Poznan, Breslavia.

Curiosità

Nel 2009 la pasticceria Nova Teledzinscy inventò il dolce chiamato Zygmuntowka, creato con polpa di mandorle, riempito con confettura di mirtillo rosso, panna e mousse di cioccolato, poi ricoperto da meringa.

Facebooktwitterpinterest

Autore dell'articolo: Bella Varsavia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *