I siti UNESCO in Polonia

Facebooktwitterpinterest

Mi piace scoprire il Paese che mi ospita e cerco di visitare i siti UNESCO in Polonia.

In questo modo ho la sensazione di sentirmi piccolina in un Paese Grande, e la G maiuscola non è messa a caso.

Oltre al Centro storico di Varsavia, che mi continua ad affascinare ogni giorno, la Polonia vanta diversi siti UNESCO, che rappresentano la cultura e la natura.

Pensate che quando fu assegnato il titolo UNESCO a Varsavia anche altre Nazioni si ispirarono al magnifico lavoro svolto per ricostruire la capitale polacca, restaurando i loro monumenti.

Potete ben capire che il mio cuore sia tutto per Varsavia, è ovvio che sia così, d’altronde questa foto parla da sola, una bellezza da togliere il fiato!

Comunque ho intenzione di visitarli tutti i siti UNESCO in Polonia e poi raccontarveli. Datemi solo un pò di tempo per organizzarmi!

Ho tantissime fotografie e blocchi pieni di appunti di viaggio sui Patrimoni dell’umanità in Polonia, ma spesso non ho tempo di prendere una penna e buttare giù le idee per un nuovo articolo. Sì la penna, in questo sono vecchio stile, preferisco scrivere di mio pugno e poi trasferire sulla tastiera.

Per ora ho visitato la città vecchia di Zamość, il centro storico di Cracovia, la miniera di sale di Wieliczka, il campo di concentramento di Auschwitz Birkenau, il castello di Malbork, la città medievale di Toruń e la sala del centenario di Breslavia.

Per le prossime tappe del mio viaggio in Polonia vorrei visitare il Parco nazionale di Białowieza e le chiese in legno della Piccola Polonia meridionale.

Pensate che ci sono posti meravigliosi in Polonia che attendono di essere inseriti nel Patrimonio mondiale UNESCO.

Parlo di Danzica, che rappresenta la libertà ed è nota come la perla del Baltico; della Gola del fiume Dunajec sui Pieniny e del Canale di Augustów.

Facebooktwitterpinterest

Autore dell'articolo: Bella Varsavia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *