La lingua italiana in Polonia

Facebooktwitterpinterest

Imparare il polacco è abbastanza difficile però siamo aiutati dal fatto che molti studiano la lingua italiana in Polonia.

Fino agli anni ‘80/’90 per gli italiani la Polonia era una terra lontana, un altro mondo, e ne parla anche Carlo Verdone nel suo viaggio in Polonia.

Pochissimi si avventuravano in Polonia, ma chi lo fece oggi ne gode tutti i vantaggi, per aver saputo sfruttare un mercato che offriva poco.

Oggi è un Paese che ha tanto da offrire, a cominciare dalle opportunità di lavoro, per le tante aziende straniere che hanno delocalizzato in Polonia.

Comunque i rapporti tra Italia e Polonia sono sempre stati attivi, se pensate che addirittura l’inno nazionale italiano e polacco riportano strofe che dichiarano fratellanza tra i due Paesi.

Proprio grazie ai rapporti tra i due Paesi la lingua italiana in Polonia è tra le più studiate ed apprezzate.

Esistono tante scuole di lingua italiana in Polonia e spesso vengono organizzati anche dei tandem Parliamo Italiano. Ci si riunisce in coppia, oppure in gruppo, in una caffetteria e si parla di tutto un po’, diversi argomenti che mettono in relazione i due Paesi, cercando di parlare nella lingua polacca o italiana.

la lingua italiana in Polonia
La lingua italiana in Polonia

La penisola italiana è amata dai polacchi e scelta per le loro vacanze, estive ed invernali. Molto spesso ho ricevute richieste di consigli, su dove andare in vacanza in Italia. E così ho cominciato a raccontare qualche città, e continuerò a raccontare il mio Paese, oltre Varsavia.

Consiglio di affittare un appartamento in vacanza, per avere più comodità e organizzare le proprie giornate!

Per fare le vacanze in Italia, in modo più preparato, qualcuno si iscrive a dei brevi corsi per studiare la lingua di Dante.

La lingua italiani in Polonia è scelta come percorso di studio per la sua musicalità, ma anche per tenere viva una tradizione, se vogliamo chiamarla così.

Qualcosa iniziato da nonne e mamme della Polonia, e da tanti altri polacchi, che si trasferivano in Italia quando Karol Wojtyła diventò papa.

Qualche tempo fa sono stata invitata all’Università di Varsavia dai professori per raccontare agli studenti la mia vita a Varsavia, il mio amore per Roma e aneddoti sull’Italia.

Facebooktwitterpinterest

Autore dell'articolo: Bella Varsavia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *