Perché è così famoso il Palio di Siena

Facebooktwitterpinterest

Montaigne scrittore, filosofo e politico francese, durante il suo viaggio in Italia, avvenuto tra il 1580 e il 1581, disse che la Piazza del Campo, dove si svolge il Palio di Siena è la “più bella che si vedda in nessuna altra città”.

Anche se la forma della Piazza del Campo fa pensare ad un progetto dei romani, fu realizzato solo nella seconda metà del XII secolo.

Simbolo del potere cittadino e l’edificio civile più grande di epoca gotica.

Il fascino di Piazza del Campo è dovuto soprattutto dall’armonia delle facciate degli edifici senesi, che il comune già nel 1297 impose regole di stile architettonico.

campana della Torre Palio di Siena
Campana della Torre del Mangia

Tra le colline senesi si possono ammirare paesaggi distesi tra i vigneti del Chianti, che sono una vera icona del territorio toscano.

Le colline della Val d’Orcia, nella provincia di Siena, circondano nella natura dei meravigliosi casali. Immersi tra boschi e viali bordati di cipressi i casali della Toscana conservano l’aspetto della tradizione rurale toscana.

Un’attrazione è quella del Palio di Siena, un evento che si ripete due volte l’anno, da secoli, e rappresenta una tradizione cittadina nota in tutto il mondo.

Fin dal 1600 le diciassette contrade danno vita a due giornate in cui fantini e cavalli competono per la gloria.

Il Palio di Siena si svolge il 2 luglio, in onore della Madonna di Provenzano, e il 16 agosto per onorare la Madonna Assunta.

Perché è così famoso il Palio di Siena? Si tratta di un anno di preparazione che include non solo sacrifici ma anche i sogni di ogni contrada che partecipa.

La posta in palio, appunto, è modesta ma rappresenta un valore simbolico e di prestigio; si tratta di un drappo di seta dipinto, chiamato in toscano “cencio”.

Dopo che il sindaco rende note le contrade partecipanti al Palio di Siena si lavora alla tratta dei cavalli, con l’assegnazione a sorte dei puledri.

bandiere del Palio di Siena
Le bellissime bandiere delle contrade del Palio di Siena

Poi un’altra figura importante è quella del fantino, che deve essere leggero ma forte, in modo da potersi scontrare con gli altri fantini e cavalcare senza sella.

Il giorno del Palio la città di Siena si sveglia al suono del Sunto, la campana della Torre del Mangia, che annuncia la santa messa dedicata ai fantini.

Scopri il bellissimo Siena Tour del vino a Montalcino!

Facebooktwitterpinterest

Autore dell'articolo: Bella Varsavia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *