La vita da expat in Polonia

Facebooktwittergoogle_pluspinterest

Sono una che a casa non riusciva a starci nemmeno da bambina.

Se veniva qualcuno a cena chiedevo di andar via con loro, ovunque vivessero, per scoprire posti nuovi. Una nomade nell’anima. Mi è sempre piaciuto scoprire, viaggiare e conoscere cose nuove. Poi da grande ho scoperto la vita da expat!

vita da expat paola di bella varsavia
Ho cercato di trovare un cappello con le stesse tonalità pastello del centro storico di Varsavia

Mi piace incontrare gente, ma anche decidere di lasciarli stare se non mi piacciono, in breve non sono una che ovunque nel mondo ha sempre detto “Wow che bello”, perché ci sono anche posti in cui non tornerei.

Ho vissuto a Londra da giovane e poi ho coinvolto mio marito, che da dodici anni, mi segue nei viaggi che organizziamo per vacanza. Da quattro anni vivo a Varsavia con lui e abbiamo mollato tutto ciò che avevamo in Italia. Io romana, lui napoletano, ma romano adottato da quindici anni, avevamo casa a Roma e l’abbiamo venduta per comprarne due qui a Varsavia.

Perché viviamo a Varsavia? Si è trasferito prima lui per una consulenza di tre mesi, io venivo a trovarlo a weekend alterni. La sua consulenza si è allungata e abbiamo deciso di stabilirci qui, per il momento. Sì per il momento, perché io dico sempre che non sono un albero, resto dove mi sento a casa o dove mi emoziono, se mi stufo cambio.

Certo, poi crescendo diventerà complicato ricominciare sempre da zero, ma sono una che accetta le sfide!

vita da expat cinema
Un pizzico di follia non dovrebbe mai mancare!

Vivendo in Polonia ho conosciuto altre persone, come Federica, Alessandro e Silvio, che hanno scelto una vita da expat; quanto fa figo questa parola.

Altro non è che l’abbreviazione del termine inglese expatriate. Chi vive all’estero e usa Facebook di solito è inserito nei gruppi expat.

A volte non è facile, certo, mancano gli affetti, gli amici e i pan di stelle! Però in cambio si vivono tante di quelle esperienze che in certi giorni mi sembra di aver girato il mondo in mezza giornata.

Ad esempio, ieri ho preso un caffè alle 10 con Ademar, un ragazzo brasiliano che sta pensando di tornare qui a Varsavia in primavera, per paura di non riuscire ad affrontare il freddo.

Alle 11 ci ha raggiunti Hayley, una ragazza australiana, che vive da expat fin dall’adolescenza, dato che suo padre, per lavoro, cambia Paese ogni due anni.

Dopo averli salutati sono andata all’appuntamento con Kaleem, un ragazzo pakistano che è qui per studiare medicina. Dato che ha conosciuto dei ragazzi sardi durante il suo Erasmus ogni tanto ci vediamo perché gli piace leggere il mio blog in italiano.

Perciò se vuoi trasferirti e trovare lavoro in Polonia, ma hai dei dubbi su come affrontare la vita da expat, posso soltanto dirti di provare. Io qui faccio tante cose divertenti, come scrivere le letterine di Babbo Natale, e avrai anche tu molte possibilità.

Ti consiglio anche come cambiare i soldi in Polonia, in modo da avere la moneta polacca per le piccole spese.

Prima di partire puoi anche capire quali sarebbero i costi della vita in Polonia.

A volte le occasioni vanno prese al volo, prendi un aereo e viene a vedere, se non ti piace puoi sempre tornare indietro, carpe diem. Non si può comprare la felicità, ma un biglietto aereo sì 🙂

Facebooktwittergoogle_pluspinterest

Autore dell'articolo: Bella Varsavia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *