La cucina della Masovia, la regione di Varsavia

Facebooktwitterpinterest

Mangiare in Polonia è un’occasione per conoscere le tradizioni del popolo polacco e vi consiglio qualche piatto della cucina della Masovia.

Nella regione della capitale polacca, e in tutto il Paese, un po’ come accade in Italia, si parla spesso di cibo, come unione a tavola per tutta la famiglia.

Molti stranieri vivono a Varsavia e provare piatti diversi della cucina della Masovia è un modo di sperimentare e conoscere il Paese in cui si vive.

Vi consiglio anche di partecipare ad un Tour gastronomico di Varsavia, in modo da apprezzare tante prelibatezze con una guida polacca, che saprà spiegare anche la storia di ogni piatto!

Lardo da spalmare sul pane

Ingredienti:

200gr. di grasso d’oca

100gr. di grasso di maiale

1 mela rossa

3 cipolle

Maggiorana e timo in polvere

Sale e zucchero

Preparazione: 2 ore

Lavare il grasso di maiale, asciugarlo e tagliarlo a cubetti. Fare la stessa cosa con il grasso d’oca, che scioglieremo separatamente.

Versare 3 cucchiaini d’olio del maiale in una padella e rosolare con la cipolla tritata.

Aggiungere la mela sminuzzata con una grattugiata e le cipolle tagliate finemente.

Soffriggere il tutto mescolare fino a che il composto diventi omogeneo. Unire, in una padella, il grasso di maiale e d’oca con il composto di mela.

Unire il sale, un pizzico di zucchero e le spezie in polvere. Spegnere il fuoco e versare il tutto in un piatto, o ancora meglio in una ciotola di terracotta.

Farlo addensare, mescolando ogni tanto. Servire con delle fette di pane fresco.

pane di campagna polonia cucina della Masovia

Pane di campagna

Ingredienti

500gr. di farina

1 bicchiere di crusca di frumento

50gr. di lievito

1 bicchiere di semi di girasole

½ bicchiere di latte

½ bicchiere d’acqua

1 cucchiaio di sale

Olio

Preparazione: 2 ore

Mescolare il lievito con il latte. Setacciare la farina e aggiungere i semi di girasole, la crusca e impastare il tutto.

Mettere l’impasto in una ciotola che avete prima oliato in tutte le sue parti. Coprite con un panno di cotone e far riposare per almeno 90 minuti.

L’impasto, dopo aver riposato, dovrebbe aver raddoppiato il suo volume. Sbatterlo sul piano di lavoro, più e più volte, come a volerlo prendere a pugni.

Stendere l’impasto su una spianatoia spolverata di farina. Arrotolarlo, coprirlo col il panno di cotone e lasciarlo riposare di nuovo, almeno un’ora in modo che raddoppi il volume.

Scaldare il forno a 250°C, poi formare una pagnotta, facendogli dei tagli sulla pancia e infornare per 15 minuti a 200°C.

Prima di passare ad un altro piatto vi consiglio un giro notturno per gustare la vodka polacca, e fare il pub crawl con una guida di Varsavia.

La lombata, o lonza di maiale, è la parte con non troppo grasso e risulta molto gustosa.

Ingredienti:

500gr. lombata

100gr. di strutto

2 o 3 prugne secche

1 cucchiaio di miele

Funghi porcini

1 tazza di brodo di verdure

Uvetta

Sale e pepe

1 tazza di vino rosso secco (facoltativo)

Preparazione: 90 minuti

Stufare i funghi con il brodo di verdure, poi aggiungere un po’ di uvetta (a seconda dei propri gusti), il miele e le prugne.

Spolverare sale e pepe a proprio piacere. Rosolare tutti i lati della carne in una padella poi metterla in una teglia da forno.

Cuocere per almeno un’ora bagnandola, di tanto in tanto, con il brodo di verdure o con il vino rosso.

Una volta cotta deve risultare morbida e tenera, poi va tagliata a fette, su cui poi sopra si può mettere una salsa di frutti rossi.

Viene servita accompagnata da patate bollite, barbabietole o cavoli.

cucina della masovia carne lombata maiale

Zuppa estiva (chlodnik), è la tipica zuppa fredda a base di yogurt naturale, ravanelli, cetriolo, uova sode e barbabietole.

Ingredienti:

1 mazzetto grande di barbabietola, comprese le cime

2 o 3 cetrioli grandi

2 0 3 spicchi d’aglio

1 mazzetto di ravanelli e di erba cipollina

½ mazzetto di aneto

1 litro di kefir o, in mancanza, usare yogurt naturale bianco

succo di mezzo limone spremuto

sale, pepe e zucchero

uova sode

acqua

Preparazione: è necessaria 1 ora

Tagliare le barbabietole, comprese le cime, in pezzettini molto piccoli. Mettere tutto in una pentola, versarci l’acqua fino a coprire le verdure.

Aggiungere lo zucchero (la quantità dipende se vi piace una zuppa più o meno acida) e il sale, poi far cuocere per almeno 15 minuti, in modo che le barbabietole diventino tenere.

Lasciar raffreddare e aggiungere il succo di limone spremuto. Tritare finemente i cetrioli, l’aneto, l’erba cipollina e le cime delle barbabietole.

Unire alle verdure tagliate il kefir, o lo yogurt, e poi inserire nel composto l’aglio schiacciato.

Mescolare il composto di verdure alle barbabietole che ormai si sono raffreddate. Insaporire a piacere con sale e pepe, mescolando bene il tutto.

Servire, dopo aver fatto riposare almeno due ore la zuppa, in ciotole piccole e aggiungere un paio di fette di uova sode.

Guarnire con un ciuffetto piccolo di aneto, buon appetito!

Facebooktwitterpinterest

Autore dell'articolo: Bella Varsavia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *