Ero una turista a Varsavia, adesso vivo qui!

Facebooktwittergoogle_pluspinterest

Era fine luglio 2014,

venivo a fare la turista a Varsavia un paio di weekend al mese, per far compagnia a mio marito, che già lavorava qui.

Un giorno su Facebook mi contatta un ragazzo polacco che lavorava per un’azienda tedesca che si occupa di turismo.

Per circa vent’anni mi sono occupata di ospitalità alberghiera e formazione del personale (sì sono una Prof. e pure rompi!)in tutta Europa, aprendo hotel, dal cantiere, e gestendo fino a 1000 persone.

Mi chiese di lavorare per loro, ma al tempo ero solo una turista a Varsavia. Cercavano qualche esperto di hotellerie italiana per sviluppare il loro mercato nel mio Paese.

Mi convinse dicendo che potevo lavorare da remoto, cioè in qualunque posto fossi nel mondo, dotata di pc.

Il 31 luglio andai a conoscere questo ragazzo, con cui avevamo chattato su messenger, per prenderci un caffè. Mi convinse a provare, andando in ufficio a Varsavia solo quando potevo. Dopo 3 ore telefonai a mio marito, dicendogli “domani vado a fare il Pesel“.

Proprio il giorno dopo, il 1 agosto 2014 alle ore 16.50, uscendo dall’ufficio, mi ritrovai in mezzo alla folla che onorava i caduti della Rivolta… e il resto lo conoscete già!

Grazie alle emozioni di quel pomeriggio del 1 agosto rimasi a vivere qui!

turista a Varsavia
Uno dei miei cappelli da turista 😉

Non vi nascondo che ogni volta che capito nella piazza di Centrum ho delle emozioni incredibili. In questa piazza ho capito che qualcosa in me stava cambiando. Senza saperlo ero alla ricerca di una nuova avventura.

Qui ho potuto conoscere tantissime persone, come sempre mi succede quando viaggio. Ognuno di loro mi racconta il suo motivo che lo ha portato a vivere in Polonia. La maggior parte si sono trasferiti qui per lavoro e/o per amore.

Finora, però, ancora nessuno è stato spinto da un’emozione grande come la mia. E finchè vivrò di emozioni il mio cuore batterà felice!

Ti è stato utile questo articolo? Fammelo sapere qui sotto nei commenti, grazie!

Facebooktwittergoogle_pluspinterest

Autore dell'articolo: Bella Varsavia

12 commenti su “Ero una turista a Varsavia, adesso vivo qui!

  • Ale Carini

    (4 settembre 2018 - 11:45)

    Hai fatto qualcosa che ho pensato di fare tante volte ma, che non ho mai fatto ( ancora no).
    Non so che cosa mi abbia fermata … ma so che ancora sento questa spinta quando sono in un particolare luogo del mondo
    Ammiro profondamente chi riesce a fare certe scelte e comincuare un capitolo nuovo della sua vita in un altro luogo del mondo, che pian piano diventa casa!

  • Bella Varsavia

    (4 settembre 2018 - 11:55)

    Lo capirai il giorno in cui in quel posto vivrai emozioni uniche!

  • Anna Di

    (5 settembre 2018 - 8:00)

    Poche righe per raccontare un nuovo inizio. Complimenti! Non è sempre facile fare scelte del genere, i cambiamenti a volte fanno paura, ma una volta attraversato quel ponte non ti ferma più nessuno! Buona vita a Varsavia o ovunque ti porteranno i tuoi sogni

  • Giovy Malfiori

    (5 settembre 2018 - 8:12)

    Cambiare città (o nazione) è come rinascere. Si ha davanti qualcosa tutto da scrivere.
    Ho in mente di tornare a Varsavia in inverno. Ti scriverò.

  • Bella Varsavia

    (5 settembre 2018 - 11:19)

    Grazie mille Anna, dico sempre di non essere un albero e dove mi emoziono vado!

  • Bella Varsavia

    (5 settembre 2018 - 11:24)

    Non mi stanco mai di scoprire e quando mi dicono “la visito Varsavia in un giorno?” ho serie difficoltà a dire che dopo 4 anni anni ancora scopro cose nuove!

  • Valeria (@chiusiperferie)

    (6 settembre 2018 - 7:41)

    Che bello aver superato la difficoltá della lontananza da tuo marito per lavoro cogliendo l’opportunità per reinventarti in un altro Paese. Resterete ormai lì o vedi il tuo futuro prossimo di nuovo in Italia? Comunque Varsavia, e tutta la Polonia, è un luogo sorprendente, ricco di storia e cultura e ancora di valori, un bel posto per viverci.

  • Bella Varsavia

    (6 settembre 2018 - 9:21)

    Credo che ormai torneremo in Italia soltanto per le vacanze e per viverla con occhi diversi, con l’affetto di chi la guarda da lontano ma senza lo stress di viverla tutti i giorni.

  • Sara Alessandrini

    (6 settembre 2018 - 22:20)

    Leggendo il tuo post mille domande mi vengono in mente. Come ti sei trovata, com’è la gente, come ti hanno accolta? Ma solo una poi è davvero importante: ti senti a casa lì? A me viaggiare piace da morire se poi so che tornerò a “casa” non so come sarebbe se dovessi lasciare la mia città..

  • Bella Varsavia

    (7 settembre 2018 - 8:32)

    Ho viaggiato molto, e prima di trasferirmi definitivamente a Varsavia, a volte dopo un viaggio tornavo in Italia, ma sentivo mancare un pezzetto di qualcosa. Beh quando ho cominciato a dire torno a casa avevo il biglietto aereo di ritorno a Varsavia e ho avuto la conferma di aver fatto la scelta giusta.

  • Denise

    (18 ottobre 2018 - 9:33)

    A tratti mi ci rivedo…io vivo in Germania ora!

  • Bella Varsavia

    (18 ottobre 2018 - 14:06)

    siamo vicine di casa!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *