Lavoro con gli elfi e scrivo le letterine di Babbo Natale

Facebooktwittergoogle_pluspinterest

Nella vita ho fatto tante cose ma solo a Varsavia ho trovato lavoro con gli elfi e scrivo le letterine di Babbo Natale.

Una cosa che adoro fare sono i pacchetti regalo, in qualsiasi periodo dell’anno. Nastri, carta, scotch, ne uso in quantità industriale, per incartare i pacchetti da mettere sotto l’albero di Natale.

Però come i regali di Natale poche altre cose creano così tante emozioni. Soprattutto se, come me, vi piace donare, e riempire di pacchetti e scatoline rosse e verdi tutta casa.

A me piace regalare cose personali, non il solito pigiama, calzini, ferri da stiro, frullatori. Perciò se non trovo qualcosa di carino in giro nei negozi, cerco di capire più cose della persona che riceverà il mio regalo, dal colore preferito ai sogni da realizzare.

Spesso visito i Mercatini di Natale per trovare un’idea nuova o artigianale.

A volte però capita di non pensare ad un regalo speciale, quello che vorremmo ricevere fin da bambini: la letterina di Babbo Natale.

Ditemi la verità, l’avete mai sognata? Vi racconto degli aneddoti sulle letterine e qui racconto come ho fatto a diventare un elfo di Babbo Natale.

dolce natalizio nutella smarties
Da brava italiana spesso porto in ufficio una merenda!

Come tanti doni natalizi anche la letterina ha un aspetto commerciale, negli ultimi anni vengono vendute anche alle aziende per sorprendere i propri dipendenti.

Ogni bambino ha il sogno di chiedere un regalo speciale perché è stato buono tutto l’anno. Si impegnano non solo a scrivere ma anche a colorare le loro letterine di Babbo Natale.

Come funziona il mio lavoro? Mi occupo delle richieste che arrivano dall’Italia, di tutte le mail che genitori, nonni, zii, amici, fidanzati fanno. Purtroppo spesso ci scrivono pensando di contattare il vero Babbo Natale in Lapponia.

Non vorrei togliervi un po’ di magia ma si tratta di un’operazione commerciale. Ormai esistono tante aziende che vendono questo servizio. Riceviamo le foto delle letterine che hanno scritto i bambini e noi elfi gli rispondiamo.

ufficio per scrivere le letterine di Babbo Natale
La mia postazione da dove scrivo le letterine di Babbo Natale

Quando mi hanno spiegato il lavoro che dovevo svolgere a novembre e dicembre sono rimasta molto delusa. E’ stato come se mi avessero portato via un sogno ad occhi aperti.

Però vi assicuro che di emozioni nel fare questo lavoro se ne hanno tante. Bisogna solo aver pazienza. La settimana che precede il Natale i bambini ricevono tutte le letterine di Babbo Natale che noi elfi abbiamo scritto.

E allora sì che arrivano emozioni forti, in ufficio si fa a gara a chi versa più lacrime di gioia. Molti genitori ci mandano i video dei loro bimbi che ritirano la posta e trovano la busta rossa con faccia di Babbo Natale, con sopra scritto il loro nome.

Vi assicuro che anche adesso mi è venuta la pelle d’oca.

vacanza in Norvegia
Resto un elfo anche in vacanza in Norvegia, con il mio cappello da renna

Mi sono molto emozionata quando ho ricevuto la richiesta di una giovane sposina che mi chiedeva un’idea per la letterina al marito. Mi ha inviato in digitale la prima ecografia e io ho spedito al marito la letterina con la foto dell’ecografia all’interno, poi mi hanno mandato il video di quando lui l’ha aperta. Non ho parole per descrivervi cosa ho provato.

letterine di Babbo Natale

Una delle storie più dolci che riguarda i bimbi è quella di Melissa e Jacek. Gli elfi postini, una ventina di giorni prima del Natale, iniziano a porre i francobolli sulle buste e riempiono gli uffici postali con i nostri sacchi di letterine.

Un paio di lettere sono state inserite in buste invertite. La lettera per Melissa è arrivata in Polonia, a casa di Jacek, e quella del bimbo polacco nella casa italiana della bambina.

I genitori ci hanno scritto, per lamentarsi, ed io ho consigliato di dire ai bambini che Babbo Natale a volte è un po’ stanco e si scusava tanto. Avrebbero ricevuto la qualifica di Elfo ed Elfina se si fossero spediti la giusta letterina a vicenda.

luminarie di natale a varsavia
Una delle più belle decorazioni natalizie di Varsavia

A metà gennaio, quando ci sono ancora le luminarie a Varsavia, entrambi ormai avevano già ricevuto la loro letterina, ma trovarono una sorpresa. Arrivò a tutti e due il diplomino di Elfo ed Elfina, che feci preparare dai colleghi del reparto grafica.

Arrivano, purtroppo, anche le letterine in cui i bimbi scrivono “sarò più buonissimo di sempre se papà non picchia più la mamma”. Poveri cuccioli.

Come vi dicevo prima, le letterine di Babbo Natale sono ormai un prodotto commerciale, però il lavoro di Elfo richiede tantissima sensibilità, si devono trovare le cose giuste da dire ai bambini, e si ricevono emozioni indimenticabili.

Commenta e Condividi questo articolo… cosi’ Babbo Natale mi nominera’ Elfina dell’anno!

Facebooktwittergoogle_pluspinterest

Autore dell'articolo: Bella Varsavia

12 commenti su “Lavoro con gli elfi e scrivo le letterine di Babbo Natale

  • Evelina

    (29 ottobre 2018 - 10:41)

    Un’esperienza molto singolare, affascinante e che ti lascia il cuore pieno di tante emozioni

  • Flabulous Way

    (29 ottobre 2018 - 10:42)

    Mi hai lasciato senza parole! Che bel lavoro non sapevo esistesse! Alla magia del Natale e il far vivere questa gioia ai bimbi, pensa quanti sorrisi regali

  • Erika Cammarata

    (29 ottobre 2018 - 13:26)

    Non ho mai creduto a Babbo Natale, ma devo ammettere che fai un lavoro davvero magico: regalare speranze e sogni. Il servizio che offre l’azienda per cui lavori è davvero unico. Sì, immagino quanto spesso scriva gente che pensa di stare scrivendo ad un vero Babbo Natale, ma lasciamogli pure questo sogno in cui credere! è così bello averne uno innocente.

  • Bella Varsavia

    (29 ottobre 2018 - 16:45)

    Si Evelina, ti riempie il cuore leggere le storie dei bimbi.

  • Bella Varsavia

    (29 ottobre 2018 - 16:47)

    Grazie, mi piace scrivere per i piccini e soprattutto inventare dove sia Babbo Natale in quel momento!

  • Bella Varsavia

    (29 ottobre 2018 - 16:50)

    Grazie Erika, i sogni sono il nostro futuro!

  • Valentina

    (1 novembre 2018 - 11:07)

    Adoro questo articolo! <3 Credo che il tuo sia un lavoro meraviglioso a dir poco, quante bellissime emozioni hai vissuto!

  • Lucy the Wombat

    (1 novembre 2018 - 12:10)

    Mi sono commossa. Occhioni lucidi :))

  • Katja

    (1 novembre 2018 - 17:01)

    Immaginavo che dietro a tutto ciò ci fosse un’idea commerciale per far soldi! Però se la si prende nel modo giusto, diventa un’esperienza bellissima! Sei stata brava a gestire un errore che può succere (scambiare le due lettere) e mi è piaciuto quando hai proposto il certificiato di Elfo e Elfina se i due bimbi si fossero spedite le lettere. E che dire dell’ecografia mandata al compagno?

  • Bella Varsavia

    (1 novembre 2018 - 18:35)

    Ciao Valentina, anche s elo svolgo solo per un breve periodo dell’anno mi piace moltissimo 🙂

  • Bella Varsavia

    (1 novembre 2018 - 18:38)

    Cara Giulia conoscendoti non ne avevo dubbi.

  • Bella Varsavia

    (1 novembre 2018 - 18:40)

    Grazie Katia, mi sono commossa anche a scriverlo questo articolo, e forse mi sono resa conto di quanto ricevo dai bambini, che nemmeno sanno chi io sia!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *