Compilare il PIT e dichiarazione redditi in Polonia

Facebooktwitterpinterest

Compilare il PIT può essere una fase stressante per chi deve farlo per la prima volta.

Niente paura, come dicono i polacchi Nie martw się, wszystko będzie dobrze! Un pò come dice Bob Marley “Don’t worry be Happy”.

Nel mese di febbraio, avendo lavorato per almeno una azienda nell’anno precedente, si riceve via posta, solitamente per raccomandata, il modello PIT-11. Se il lavoro è stato svolto per più aziende si riceveranno più modelli PIT-11, uno per ogni azienda.

Cosa si deve fare con il modello PIT-11? Servirà per la compilazione del modello PIT-37/36 o quello che serve!

Oltre a scaricarvi il modulo per compilare il PIT potete trovare anche la Brochure del Ministero delle Finanze Polacco.

A questo punto già vi sento nelle orecchie… “ma io non parlo polacco!” 🙂

E qui viene il bello, perchè si può chiedere assistenza negli uffici Urząd Skarbowy Warszawa del proprio quartiere. Per conoscere l’indirizzo dell’ufficio a cui appartieni digita su Google proprio le parole Urząd Skarbowy Warszawa, seguite dal nome del quartiere di Varsavia in cui vivi, ad esempio: Praga, Wola, Bemowo, Śródmieście.
Però questo valeva prima della pandemia, purtroppo.

Nel compilare il modello PIT si può anche scegliere a chi devolvere l’1%; se non avete già in mente un ente, una fondazione, un orfanotrofio, potete trovare qui maggiori informazioni per devolvere una parte di tasse.

Scoprirete che ci saranno molte agenzie che vorranno aiutarvi per la compilazione del PIT con soli 100zł, beh sappiate che è davvero troppo costoso per 5 minuti di lavoro! Chiedete al vostro capo del personale, ad un amico polacco o alle scuole di lingua, sono molto più economiche.

Solitamente entro febbraio l’azienda spedisce il modello PIT-11 e il dipendente presenta il suo PIT (anche online è possibile farlo) entro aprile.
Vi lascio anche il link ad un video per compilare il PIT.

ComeCompilare il PIT soldi si ricevono indietro le tasse pagate in più? Io ho scelto di averle in contanti direttamente dal postino. Ti suona il campanello e si presenta con una ricevuta e tanti cash, come quelli che vi mostro qui sotto, relativi allo scorso anno!!! Lasciate al postino una delle monete che vi ha portato, è un porta fortuna!
Si può anche scegliere di ricevere il bonifico sul proprio conto corrente polacco.

Dal 1 febbraio 2021 la procedura è anche semplificata, troverete l’ e-PIT presso l’e-Tax Office, in modo da non dover andare presso gli uffici per consegnarlo, ed evitare le restrizioni per la pandemia.

Il servizio e-Tax Office non si applica ai ricavi dell’attività economica e dei reparti speciali della produzione agricola.
Prima di procedere assicuratevi di avere installato Adobe Acrobat Reader per usare i PDF.

dichiarazione dei redditi in Polonia
Compilare online la dichiarazione dei redditi in Polonia

Potete accedere tramite login.gov.pl ed usare il Profil Zaufany, firma elettornica o accedere alla banca online.

Avrete accesso a tutti i servizi di e-Tax Office e ai vostri dati.

OK, sono d’accordo, essendo tutto in polacco non ci si capisce niente lo stesso… allora vi aiuto ancora di più, dandovi la pagina in inglese!

Altri consigli per sapere come Pagare in Polonia

Tanti tour offerti su Civitatis per Varsavia, Cracovia, Danzica, Katowice, Poznan, Breslavia.

Facebooktwitterpinterest

Autore dell'articolo: Bella Varsavia

19 commenti su “Compilare il PIT e dichiarazione redditi in Polonia

  • Gianfranco

    (9 Aprile 2021 - 18:34)

    salve
    sono italiano residente a Varsavia da circa 2 anni, non parlo polacco questo è il secondo anno che faccio la dichiarazione, sto cercando qualcuno che mi faccia la dichiarazione pit 2020 ovviamente pagando . Potete aiutarmi?
    Grazie Gianfranco

    • Bella Varsavia

      (9 Aprile 2021 - 21:31)

      ciao Gianfranco, se segui le mie indicazioni nell’articolo puoi compilare il PIT anche da solo! In passato pagavo qualcuno anche io ma chiedono troppi soldi a noi stranieri e se ne approfittano, non ne vale la pena.

  • roberto

    (1 Marzo 2021 - 15:49)

    Sono pensionato italiano e sposato con la separazione dei beni in Italia avvenuta col matrimonio,ed abitando in polonia con moglie pensionata polacca.potrei usufruire della comunione dei beni in polonia?

    • Bella Varsavia

      (4 Marzo 2021 - 11:28)

      Caro Roberto le consiglio di rivolgersi ad un commercialista per la sua richiesta.

  • Valter

    (18 Novembre 2020 - 13:40)

    Sono un pensionato residente in Polonia iscritto all’AIRE da fine ottobre 2020. Potreste indirizzarmi ad un commercialista polacco in zona Krasnystaw che possa accompagnarmi nella compilazione del PIT eventuale se devo farlo nel 2021. Inoltre essere seguito anche con l’INPS per non pagare due volte le tasse. Grazie

    • Bella Varsavia

      (22 Novembre 2020 - 19:55)

      Buonasera Valter, segua le indicazioni che ho mandato in mail!

    • Renata

      (7 Gennaio 2021 - 14:34)

      Buongiorno, bell´articolo, grazie Paola! Mi è arrivata una lettera di accertamento dalla Polonia, dove ho lavorato nel 2017. Il commercialista a cui mi sono rivolta in Polonia forse ha fatto qualche errore, non saprei. Mi ha detto che avendo una casa in Italia dovevo pagare i redditi da immobile a fare la dichiarazione anche in Italia. Insomma, vorrei regolarizzare rivolgendomi finalmente a un esperto. Può fornirmi un nominativo per cortesia? Parlo inglese, italiano e tedesco. Grazie.

      • Bella Varsavia

        (11 Gennaio 2021 - 16:39)

        Cara Renata, al momento non avrei nessuno da consigliare, mi spiace.

  • Giuseppe

    (10 Luglio 2020 - 21:27)

    Ho visto i commenti sulla traduzione giurata del PIT 11.
    Per il momento avrei semplicemente bisogno di una traduzione del modulo in italiano per capirne i contenuti.
    Ho provato a cercarla in rete ma non l’ho trovata.
    Sapete se potrebbe essere disponibile.
    Grazie
    Giuseppe

  • Margaret

    (19 Maggio 2019 - 23:23)

    Grazie per il consiglio, domani mi recherò in quell’ufficio, speriamo bene 🙂

  • Nella

    (18 Maggio 2019 - 17:03)

    Buonasera, io ho già fatto tutto in Polonia recandomi all’ufficio apposito (Urzad Skarbowy) per la compilazione (gratuita) del PIT 37. Non avendo redditi in Polonia nel 2017 e avendo più difficoltà a creare il”trusted profile” utilizzando l’online della mia banca in Polonia, non potevo compilarlo online da sola. Ora veniamo all’Italia: sono andata al CAF in quanto ho dei redditi e delle spese mediche detraibili ad inizio 2018 in Italia. Ho portato anche il PIT 11 (equivalente al CU italiano) ed il PIT 37 (praticamente il 730 italiano) e dopo 2 giorni mi sento dire che mi viene richiesta una traduzione giurata – ripeto traduzione giurata – dei 2 documenti o i dati non potranno essere acquisiti e poi saranno problemi miei! Esattamente mi è stato riferito quanto segue: “… per poter procedere alla compilazione del mod. 730 , essendo ancora residente in Italia e non ancora iscritta all’AIRE , è necessario acquisire una traduzione giurata della documentazione (dichiarazione dei redditi, attestazioni di pagamento delle imposte), senza la quale non è possibile procedere alla compilazione”. Io mi chiedo: cosa devo fare tradurre? Le due paroline nelle caselline? Inoltre le imposte versate non sono già riportate nel PIT 11 e nel PIT 37 di conseguenza? Io non vivo in una città in cui sia presente il Consolato men che meno l’Ambasciata. Trovo questa richiesta davvero RIDICOLA. Non parlo polacco eppure è molto chiaro cosa sia riportato nelle celle dei PIT. Anche a voi hanno richiesto la traduzione giurata?

    • Bella Varsavia

      (19 Maggio 2019 - 17:28)

      Ciao Nella, ogni documento ufficiale da presentare in Paese diverso (e di lingua diversa) ha bisogno di una traduzione giurata, e per farla non bisogna per forza vivere dove sia ci siano Consolato e Ambasciata, basta trovare un traduttore giurato nella propria zona.

  • Margaret

    (16 Maggio 2019 - 23:30)

    Ciao, come posso riscuotere il rimborso tasse se non ho ricevuto la ricevuta dal postino? Purtroppo compilando il PIT 37 Ho inserito il PESEL Che fa riferimento al mio vecchio domicilio dove il postino si sarà recato. La mia ex padrona di casa non risponde e io non so come fare… Dove posso rivolgermi? Grazie in anticipo.

    • Bella Varsavia

      (17 Maggio 2019 - 15:06)

      ciao Margaret, purtroppo il postino lascia i soldi in contanti.
      Dovresti andare all’ufficio tasse (in polacco urząd skarbowy)della tua zona e chiedere se sono già stati consegnati.

  • Luca

    (8 Novembre 2018 - 7:53)

    Ciao, ma e’ possibile avere doppia residenza fiscale? pensavo non si potesse. Da lavoratore dipendente mi han chiesto solo IL NIP…
    volevo capire anche se i contributi sociali versati in Polonia conano come credito di imposta sull unico in italia…anche il caf non ha saputo darmi informazioni dettagliate a dire il vero

    • Bella Varsavia

      (8 Novembre 2018 - 12:46)

      Ciao Luca, io i primi due mesi qui ho usato la doppia residenza fiscale ma poi mi sono iscritta all’AIRE. Ti consiglio di contattare un commercialista per risolvere i tuoi dubbi. Nell’articolo dedicato a Silvio puoi trovare i dettagli

  • Luca

    (7 Novembre 2018 - 13:02)

    ma per chi e’ ancora residente in Italia, per legge deve fare la dichiarazione anche in Italia, giusto? cosi’ mi ha detto il caf.
    Ma solo le tasse vengono calcolate come credito d’impoista o anche i contributi per oneri sociali?

    • Bella Varsavia

      (7 Novembre 2018 - 14:50)

      Si Luca, se hai la residenza in Italia certamente, ma se i redditi li produci in Polonia puoi chiedere la doppia residenza fiscale, ma devi avere domicilio polacco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *